visit@gorskikotar.hr

Centar za posjetitelje Gorski kotar

LE COLLEZIONI ETNOGRAFICHE

Collezione etnografica Lič

Quando nel 1994, in occasione del 150° anniversario dell’apertura della scuola a Lič, i fratelli Nenad e Dražen Starčević avviarono il progetto della costituzione della Collezione etnografica, pochi avrebbero potuto immaginare che da quella raccolta iniziale di pochi oggetti la collezione si sarebbe evoluta in un museo etnografico unico nel suo genere nel Comune di Fužine e del Gorski kotar.

Infatti, già nel 1995 la collezione etnografica divenne un monumento culturale registrato e in quell'anno furono registrati nell'elenco dei reperti ben 63 oggetti diversi. Negli anni successivi sono stati raccolti via via nuovi oggetti interessanti appartenenti al passato, e molti abitanti dell'intero comune, così come le persone che vengono qui saltuariamente, hanno iniziato a donare di propria iniziativa vecchi oggetti di valore.

ORARI DI APERTURA
Cijena ulaznice

Casa Rački

Al numero 94 di Via Supilova a Delnice, troviamo la casa più antica della città. Casa Rački è un monumento culturale protetto e allo stesso è parte del patrimonio montano etnografico e architettonico. È stata ristrutturata e aperta alle visite. Il suo aspetto attuale rispecchia soprattutto il tipo di organizzazione di una casa e l’antico patrimonio architettonico di Delnice. Un ampio corridoio trasversale (oggi inesistente) univa tutte le stanze della casa. Dal corridoio si accedeva alla parte centrale della vecchia casa di montagna, nel cosiddetto vež (cucina), con il tetto a vista, il pavimento in terra battuta e in genere con un camino aperto. Era uno spazio adibito al lavoro e allo stare insieme. La cucina è collegata al solaio (dispensa) tramite una scala, dove si riponevano ad essiccare la carne e il fieno e dove si conservavano i cereali, le noci e la frutta secca. La seconda stanza importante era la hiša (camera o hiža), sul lato della strada, ovvero uno spazio adibito al riposo e ai lavori domestici. La terza ed ultima stanza era la stalla. Oltre al bestiame vi era situata anche una latrina. Sotto la camera era scavata un’intercapedine (un precursore dello scantinato), ovvero uno spazio adibito a deposito di patate e di altre derrate alimentari.
Si stima che questa casa, come quelle a lei simili, sia stata costruita 200-300 anni fa. Attraverso la ristrutturazione e la tutela si è cercato di preservare il suo aspetto originale. La disposizione delle stanze e la dimensione di questo tipo di case erano estremamente adeguate alle condizioni ambientali di questa regione: l’intera economia si svolgeva sotto un unico tetto, a raccolta, rendendo così la vita più facile soprattutto nei lunghi e freddi inverni. Il tetto è ricoperto da sottili assicelle di abete (scandole) e, insieme al fieno riposto nel solaio, fungeva da isolamento termico naturale, tanto che queste case risultavano calde, asciutte e con un odore gradevole. Considerando il periodo, permettevano di condurre una vita di qualità.

ORARI DI APERTURA
Cijena ulaznice

HPM Museo memoriale Ivan Goran Kovačić

Nella casa natia di Ivan Goran Kovačić (1913 – 1943), eminente poeta, scrittore, giornalista e combattente antifascista croato, è stata allestita una mostra permanente sulla sua vita e sul suo operato.

La casa, un’abitazione in pietra di tipo civile su più piani, è stata costruita dal nonno del poeta nel 1905.

La mostra permanente del Museo è divisa in cinque unità tematiche. La riproduzione della stanza di Goran e gli oggetti legati alla sua istruzione costituiscono l’unità “Goran e Lukovdol”. La sala centrale con la ricostruzione dello spazio lavorativo e della biblioteca personale del poeta è dedicata al tema “Goran scrittore e giornalista”. Segue quindi la rappresentazione della vita di Goran nei partigiani, della sua opera più famosa Jama (Grotta) e dell’omicidio irrisolto del poeta. “La terra natale di Goran” è il titolo dell’unità dedicata alla storia e alla cultura del Gorski kotar, e in particolare a Lukovdol, che è stato “l'amore perenne” e l'ispirazione letteraria di Kovačić. L’unità “La primavera di Goran” è proposta attraverso le fotografie e i documenti legati all’omonimo evento di poesia che si tiene a Lukovdol dal 1964 e una selezione di libri, alcune edizioni delle opere dello scrittore dal 1945 al 2003.

ORARI DI APERTURA
Cijena ulaznice

Kolarnica, una collezione dedicata all’artigianato tradizionale

L’officina del carradore o kolarnica è ubicata appena prima del centro di Brod Moravice sulla sinistra. Nell’officina ristrutturata dove il carradore Jure e il figlio Franjo un tempo fabbricavano i loro carri è ubicata oggi una collezione dedicata all’artigianato tradizionale del territorio di Brod Moravice. Vieni a conoscere il barbiere, il falegname, il sarto e il calzolaio. Scopri tutto sul loro lavoro, gli strumenti e la vita.

Contatti
ORARI DI APERTURA
Cijena ulaznice

Casa Delač

La casa Delač è stata costruita, come da tradizione, nel 1644 ed è la casa più vecchia del Gorski kotar conservatasi fino ai giorni nostri. Situata nel villaggio di Delači, poco distante da Brod Moravice, nell’ambito di questo Comune è indicata come bene culturale immobile singolo nel Registro dei beni culturali della Repubblica di Croazia. La casa Delač è un’abitazione bassa su un unico livello, la cui facciata a capanna è orientata verso la strada e la disposizione degli spazi è suddivisa in tre parti. Il tetto è a capanna e coperto con scandole, mentre le gronde del lato ovest della facciata sono sporgenti, con travi massicce a sostegno della tettoia, un motivo caratteristico dell’edilizia del Gorski kotar. Nella parte in legno della casa si riconosce il taglio alla croata, il quale è caratterizzato da travi squadrate le cui estremità non tagliate fuoriescono dagli angoli della casa. Sebbene la planimetria designi un’organizzazione degli interni in tre parti, un’analisi più approfondita suggerisce una disposizione originaria degli spazi in due parti, i quali erano composti da una casa di legno su fondamenta di pietra il primo, e da un vestibolo in pietra con un focolare al centro il secondo.

Alla casa Delač è possibile accedere in due modi: dall’entrata principale, situata sulla facciata occidentale e composta da una porta blindata in legno con una serratura pesante, e dall’entrata secondaria situata sul lato settentrionale della casa che, attraversando un corridoio, conduce anch’essa alla stanza centrale della casa, il vestibolo.

Dentro la casa sono presenti diversi beni etnografici ed etnologici.

Contatti
ORARI DI APERTURA
Cijena ulaznice

Aula commemorativa “Vilko Golubić”

L’aula è situata nell’edificio dell’ex scuola elementare nel centro di Brod Moravice.

In occasione dei 200 anni dell'istruzione pubblica a Brod Moravice abbiamo inaugurato quest’aula in memoria del nostro rispettato insegnante di lunga data, Vilko Golubić (Karlovac, 11/4/1861 - Mirogoj, 16/2/1935). Gli inizi della scuola a Brod Moravice risalgono al 1818 quando iniziò a insegnare il parroco Antun Kauzlarić. Per sei anni radunò gratuitamente i bambini nell’odierna casa parrocchiale insegnando loro a leggere, scrivere e pregare. La prima scuola venne aperta a Podstene nel 1858 e le lezioni erano tenute dall’amministratore parrocchiale Božo Pleše. Nel 1902 venne aperta anche la scuola di Male Drage. Nel 1869 fu costruito l’edificio scolastico di Brod Moravice. Citiamo anche le scuole periferiche di Šimatovo e Goršeti.
Nell’aula sono esposti preziosi reperti provenienti da diversi periodi scolastici, dai libri, quaderni scritti in bella scrittura, giornali scolastici, lavagnette, penne, piume d’oca, cartelle, sino all’occorrente scolastico come righelli, mappe e mappamondi.

Torna al periodo più bello della tua vita.

Contatti
ORARI DI APERTURA
Cijena ulaznice

Collezione etnografica Buffet “Plavi podrum”

La collezione è esposta al pianterreno della Casa della cultura nel centro del paese.

La collezione riporta i suoi visitatori al periodo della gioventù e della felicità, non lasciando indifferente nessuno. Il bancone, il cameriere e le bibite in voga negli anni ‘50 e ‘60 del secolo scorso. I tavoli, le tovaglie, i bicchieri, le sigarette, i giornali e persino i vinili dell’epoca.

Un’osteria con l’anima. Riporta alla mente i sapori, le canzoni e gli amori passati.

Contatti
ORARI DI APERTURA
Cijena ulaznice

Turanj, la torre degli Zrinski

Gli attacchi perpetrati dagli Ottomani nel XVI secolo costrinsero gli allora signori feudali, ossia il principe Juraj IV Zrinski, a costruire a Moravice, l’odierna Brod Moravice, una torre di difesa: la torre di osservazione chiamata Turinj.All'epoca della costruzione della torre, intorno al 1590, Moravice contava appena 50 abitanti che vivevano in cinque case.

Nella sua forma originaria, la torre si estendeva su quattro piani con feritoie e scale mobili in legno, logge di osservazione (aperture) situate all'ultimo piano e un tetto basso a quattro falde. Oltre alle armi personali delle guardie, nella torre c’era pure un cannone.

Le guardie utilizzavano segnali sonori e di fumo per avvertire le fortificazioni circostanti e la popolazione locale circa l’imminente invasione ottomana.

Durante i lavori di ristrutturazione della Chiesa di San Nicola (Sv. Nikola) nel XVI secolo la torre fu trasformata in campanile.

Nella torre potrai vedere le repliche delle armi dell’epoca, le copie delle mappe e dei documenti, nonché leggere la storia della torre e di Brod Moravice, uno dei villaggi più antichi del Gorski kotar.

Contatti
ORARI DI APERTURA
Cijena ulaznice

Collezione storica ed etnografica di Mrkopalj

La collezione storica ed etnografica di Mrkopalj è stata inaugurata nel 2017 ed è situata proprio nel cuore di Mrkopalj, nella Casa della cultura al primo piano. Conta oltre 550 fotografie che raccontano la storia del territorio di Mrkopalj e circa 200 oggetti antichi tra cui attrezzi, utensili, libri, abbigliamento, utensili da cucina e altri strumenti, mobili e altro ancora. Nella collezione figurano pure una copia del Documento con il quale Giuseppe II proclamò Mrkopalj città mercantile reale privilegiata, un documento relativo alla fondazione della Parrocchia del 1771, la bozza del primo trampolino per il salto con gli sci “Pod Vrhin” del 1933 nonché altri documenti storici e diversi libri di valore. Potrai anche vedere gli sci fatti a mano, i bastoni, le racchette da neve, slitte di salvataggio, ma anche vari tipi di seghe a mano. È esposto pure un antico costume tradizionale del 1910 circa. Accompagnati da una guida esperta, i visitatori scopriranno numerose curiosità legate al Pellegrinaggio (Prošćenje), alla via Carolina, al memoriale della pace, e tantissime altre storie interessanti impossibili da trovare nella letteratura ufficiale. Un reparto speciale è costituito dalla collezione di cravatte antiche, mentre la sorpresa più grande della collezione è di certo un antico e raro esemplare di proiettore cinematografico del 1964.

ORARI DI APERTURA
Cijena ulaznice

Collezione "La frutticoltura di Moravice”

La collezione è esposta al pianterreno della Casa della cultura nel centro del paese.

Brod Moravice è famosa per l’abbondanza di frutta e per la grappa locale, in primis per quella alle pere, ma anche di ginepro.

Ogni casa aveva uno spazio, soprattutto in cantina (o kevdr) o in locali simili, dove si distillava la grappa. In questa parte puoi vedere vecchie botti, ceste, torchi per frutta e persino l’alambicco per fare la grappa.

Non potrai evitare l’odore della grappa.

Contatti
ORARI DI APERTURA
Cijena ulaznice

Collezione “La nostra ferrovia”

La mostra è allestita nell’edificio dell’ex scuola elementare nel centro di Brod Moravice.

Il 23/10/1873 è stata inaugurata la linea ferroviaria Karlovac - Rijeka (Fiume). La costruzione della ferrovia è iniziata nel 1869 ed è stata ultimata nel 1873. In quel periodo apparteneva alle Ferrovie dello Stato ungheresi. È lunga 176,2 km e il punto di altitudine più elevato si trova a 837 m/s.l.m.

La ferrovia ha avuto una notevole influenza sullo sviluppo del Gorski kotar e di conseguenza anche su Brod Moravice. Per anni la ferrovia ha sfamato gli abitanti di Brod Moravice: in diverse famiglie, generazioni e generazioni erano lavoratori delle ferrovie. Chi era macchinista, chi fochista, chi capotreno, chi controllore, chi addetto alla circolazione, chi deviatore, chi manovratore, chi era addetto ai freni, chi operaio di ferrovia...
La prima fermata dei treni passeggeri era il passaggio a livello/fermata Brod Moravice a Donja Dobra.

Nel 1890 venne costruita la stazione ferroviaria di Brod Moravice. L’intera linea ferroviaria è stata elettrificata nel 1966. In occasione del 140o anniversario dell’inaugurazione della linea ferroviaria Karlovac - Rijeka, nel 2013 abbiamo inaugurato la mostra “La nostra ferrovia” e installato una targa commemorativa sulla casa della famiglia Šneler a Donja Dobra per ricordare e ringraziare i nostri ferrovieri.
Nella mostra “La nostra ferrovia” sono esposti reperti quali le divise, la segnaletica, i lampioni ferroviari, i vari strumenti, i telefoni, gli orologi, i libri, i regolamenti sulla segnaletica, i documenti, i biglietti di viaggio e numerose fotografie che raccontano la storia della ferrovia della nostra regione.

Contatti
ORARI DI APERTURA
Cijena ulaznice
Gorski kotar logo jesen

Il Gorski kotar

Irresistible