visit@gorskikotar.hr

Spilje i kanjoni Gorski kotar

Grotte

LA NATURA, UN ARCHITETTO INEGUAGLIABILE

Il Gorski kotar

La potenza dell’acqua

Goditi gli spruzzi delle cascate e la forza dell’acqua nei canyon di Vražji prolaz (letteralmente: “il Passo del diavolo”) e di Kamačnik. Addentrati nei sotterranei della grotta Lokvarka, una delle grotte più grandi della Croazia, piena di insolite formazioni naturali. La grotta di Vrelo ha tra i 3,5 e i 4 milioni di anni. È lunga soltanto 300 metri ma nasconde un tesoro acquatico davvero suggestivo: a una cinquantina di metri soltanto sono collocati una meravigliosa sorgente montana, un lago e un abisso che la rendono particolarmente suggestiva. La grotta di Bukovac nasconde tracce preistoriche di vita umana, orsi e leoni delle caverne, ed è quindi un meraviglioso sito archeologico.

La grotta di Lokvarka

È la grotta più profonda della Croazia e consta di 6 piani, di cui i primi 4 sono aperti ai visitatori. La lunghezza della parte della grotta per ora scoperta è di 1179 metri, mentre la profondità è di 275 metri. La temperatura all'interno della grotta varia da 6 a 8 gradi. Restaurata per finalità turistiche di 1912.

0
metri di lunghezza
0
m. s.l.m.
0 .
scoperta nel
spilja-lokvarka-gorski-kotar-00001
spilja-vrelo-gorski-kotar-00001-1

La grotta di Vrelo

È stata scoperta per caso negli anni Cinquanta del secolo scorso. Si stima che abbia 3,5 e i 4 milioni di anni. Sebbene sia lunga soltanto 300 metri, è eccezionalmente bella e ricca di decori rupestri. L’acqua è l’elemento che dona alla grotta un valore speciale: la meravigliosa sorgente montana, il lago e l’abisso la rendono particolarmente suggestiva. 

0
metri di lunghezza
0
entrata a m. s.l.m.
0 .
scoperta nel

Muževa Hišica

Una piccola grotta con un ampio corridoio della lunghezza di 200 m, attraverso il quale si accede alle profondità della grotta, e il quale termina in una sala più piccola dove c’è un laghetto. Nella grotta ci sono alcune stalattiti e stalagmiti e la temperatura dell'acqua e dell’aria è di 8 gradi costanti.

0
metri di lunghezza
0
entrata a m. s.l.m.
0 .
restaurata per finalità turistiche
Špilja Bukovac Gorski kotar

La grotta di Bukovac

La storia di questa grotta ha radici molto remote. Nella grotta sono stati ritrovati una punta di corno di cervo nonché diversi resti di animali che hanno abitato questa zona in tempi lontani come l’orso e il leone delle caverne. Sono stati ritrovati anche tracce di un focolare, o punti nei quali sono stati accesi fuochi, così come ossa bruciate di animali. Tutto ciò fa supporre che la grotta sia stata utilizzata già all’epoca della fase più giovane dell’età antica della pietra (nel paleolitico).

Curiosità:
La datazione degli strati con il metodo del radiocarbonio ha decretato che gli strati dai quali proviene la punta di cervo abbiano dai 30 ai 31.000 anni e con ciò è confermata la presenza dell’uomo in queste zone durante la prima fase del paleolitico superiore.

Hajdova hiza Gorski kotar

Hajdova hiša

La grotta più grande del Gorski kotar è accessibile solo agli speleologi a causa del difficile accesso. L’ampia entrata nella grotta è situata di fronte alla roccia slovena di Kuželjska stena, tra le ripide rocce della vetta di Belice. La sala d’ingresso, lunga 85 metri, larga 27 metri e alta attorno ai 16 metri, figura tra gli spazi sotterranei più grandi scoperti nel nostro Carso. La rete di canali e fessure ancora poco esplorati è di circa 900 metri.

0
metri di lunghezza
0
Larghezza
0
Altezza
Gorski kotar logo ljeto

Il Gorski kotar

Irresistible